LoveItaly! per gli amanti dell’Italia ecco la piattaforma che trasforma tutti in piccoli mecenati

Scritto da
Tag: , , , , , , ,

Love Italy è un’associazione no profit che ha ideato una piattaforma d’arte per raccogliere con l’innovativa attività di crowdfunding i finanziamenti destinati al restauro e alla manutenzione del patrimonio artistico e culturale italiano: opere d’arte, siti archeologici, architetture di pregio, archivi.

Abbiamo conosciuto Gloria Arditi, architetto e co-founder dell’associazione. Grazie a lei abbiamo avuto modo di scoprire questo ambizioso progetto di valorizzazione del nostro patrimonio artistico.

Un’associazione, una piattaforma web, come nasce LoveItaly!?

Gloria-Arditi-150x150Il progetto è iniziato tre anni fa, circa, grazie all’intuizione di Tracy Roberts e Luigi capello di Luiss enlabs partner e fondatori dell’associazione LoveItaly! Insieme a LVenture Group, holding di partecipazioni in startup digitali, è stato possibile portarlo avanti.

L’obiettivo era raggiungere, non solo gli italiani ma anche i milioni di visitatori che ogni anno arrivano in Italia appassionati della nostra storia e del patrimonio artistico culturale italiano.

Ai due fondatori, in breve, si uniscono  sempre più soci, esperti  provenienti da diversi background culturali: restauratori, architetti, archeologi, ecc…Arrivati a questo punto ci siamo chiesti quale  strumento utilizzare per sensibilizzare le persone e coinvolgerle nella protezione e manutenzione delle opere d’arte italiane, così abbiamo creato la piattaforma online. Essere presenti sul web è indispensabile per rendere la nostra Mission accessibile a tutti.

Unknown

Esattamente in che modo vengono finanziati i progetti?

Ogni progetto è finanziato attraverso il crowdfunding, un sistema di finanziamento collettivo che in Italia è ancora poco praticato mentre all’estero è ampiamente utilizzato. Il compito di LoveItaly! è quello di sensibilizzare la community al punto di condividere e sostenere  il nostro lavoro. Il finanziamento può essere effettuato anche con una piccolissima cifra, parliamo di micromecenatismo pensato per quelle persone che sentono la necessità, anche con poco, di contribuire al restauro di un’opera. Con il poco di tanti si raggiungono grandi risultati.

Il patrimonio artistico italiano costituisce il 60% del patrimonio mondiale, il nostro paese ha il maggior numero di siti UNESCO. E’ un tesoro difficile da proteggere, c’è bisogno dell’aiuto di tutti.

DSC_0042-768x514Il traguardo che desideriamo raggiungere è di avere una comunità sensibile, che coinvolge l’Italia e il mondo, composta da persone consapevoli della bellezza e della grandezza del nostro patrimonio, che non si aspetta di avere sempre dall’alto una soluzione. Ognuno di noi può mettersi in gioco personalmente affiancandosi alle Istituzioni. Il processo di finanziamento avviene con la massima trasparenza, tutti hanno modo di seguire il flusso delle risorse e quando raggiungiamo la cifra richiesta per il restauro il crowdfunding si chiude e con quella cifra parte il restauro. Per partecipare basta andare sul sito www.loveitaly.org e scegliere l’iniziativa preferita.

Qual è stato il vostro primo progetto?

Il Sarcofago di Tiaso, due anni fa. È  conservato nella Galleria Nazionale di Palazzo Corsini. È  un sarcofago di una bellezza straordinaria, di età imperiale, che non era ancora stato restaurato. Finanziare un progetto con LoveItaly! vuol dire anche creare opportunità di lavoro, per noi questo è un obiettivo estremamente importante, infatti il restauro del sarcofago è stato eseguito da un team di 6 ragazze della Scuola Superiore di Conservazione e Restauro (ISCR) guidate dalla direttrice Antonella Basile. Per due mesi il nostro team ha lavorato ininterrottamente e il sarcofago è tornato alla sua bellezza originale. Il lavoro è riuscito così bene che la Galleria di Palazzo Corsini ha deciso di esporlo in modo da renderlo immediatamente visibile a tutti. Le nostre iniziative sono tante, attualmente stiamo seguendo il restauro dell’Estasi di Santa Teresa di Jacopo il Palma,  all’interno della Basilica  Minore di San Pancrazio a Roma. Il restauro dell’opera, in questo caso, è stato proposto e affidato ad una restauratrice privata, Giulia Ghia, fondatrice dell’Associazione Verde Rame, con cui il 26 febbraio LoveItaly organizza un bellissimo Concerto, all’interno della Basilica, per aiutare la raccolta dei fondi.

E se il crowdfunding non dovesse bastare?Unknown-1

Quando vediamo che non riusciamo a raggiungere la cifra necessaria al restauro, organizziamo degli eventi. In occasione del restauro del sarcofago di Tiaso l’evento prevedeva una visita alla collezione della galleria, accompagnata da musica cinquecentesca suonata dal vivo da solisti nei singoli ambienti  e un laboratorio per i bambini che dovevano costruire piccoli sarcofagi e dipingerli. In seguito abbiamo stretto un accordo con l’Accademia dei Lincei per organizzare un challenge per giovani universitari del Lazio e delle Universita’ internazionali. Il Progetto prevedeva la realizzazione di un Book shop al suo interno.  Il concorso ha visto la partecipazione di 25 gruppi con 125 studenti, i team erano eterogenei, ma in ognuno c’era almeno un architetto o un ingegnere o un designer. Il loro compito era realizzare un’area di conforto alla conclusione del percorso di visita della Villa.  Tutti hanno proposto delle idee originali e i vincitori ci auguriamo possano vederlo realizzato.

Ma perché vale la pena investire per valorizzare l’arte, la cultura, la storia…

Perché la bellezza aiuta a vivere bene.  LoveItaly cerca di creare  momenti in cui la bellezza vive in modo concreto. L’Italia è un museo a cielo aperto. Quando un turista arriva deve essere consapevole di tutto questo, dai grandi luoghi di attrazione ai piccoli borghi nascosti è tutto uno stupore. Un tesoro straordinario e una bellezza immensa che non si finisce mai di conoscere. Noi adesso abbiamo gli strumenti per suscitare l’interesse di tutto il mondo: ci contattano anche dall’Asia e dal Medio Oriente, dagli Stati Uniti dove sono gli American Friends of LoveItaly, all’Europa, il nostro intento è coinvolgere una comunità estesa che diventi consapevole che con l’impegno di ognuno si possono raggiungere tanti importanti obiettivi!

Unitevi, visitate i nostri progetti e diventate parte viva di LoveItaly! sarete coinvolti in tante magnifiche iniziative.

Rispondi

  • (will not be published)