UPtimization: da Londra alla Puglia per la digitalizzazione delle nostre PMI

Scritto da
Tag: , , , , ,

Giovanni, Donatella, Andrea e Cassandra sono quattro amici che si sono conosciuti a Londra; lavoravano in aziende di e-Commerce di grandi dimensioni, ma hanno deciso di tornare in Italia per dare vita ad un loro progetto: Uptimization

Giovanni ci ha raccontato la storia di questa agenzia di web marketing, e-commerce, website clinic; che tra tradizione e tecnologia si è posta il grande obiettivo di digitalizzare l’impresa.
Giovanni ha inserito questa storia attraverso il format “Racconta la tua impresa”.

Inutile nascondere che in Inghilterra le prospettive di carriera sarebbero state notevoli per tutti noi, ma è quasi come se, dopo diversi anni spesi nel Regno Unito, avessimo avvertito l’esigenza e la voglia di tornare alle nostre radici e costruire il nostro futuro qui in Puglia.

Ed eccoci quindi qui a parlare di UPtimization, una Digital Agency che si occupa di Marketing&Comunicazione Online e Offline.

Abbiamo due obiettivi principali:

da un lato la digitalizzazione delle PMI italiane e la loro crescita (anche sui mercati esteri),

dall’altro fornire servizi utili alle aziende straniere che vogliono investire nel Belpaese, specie in Puglia.

 

La nostra sede è The Hub, presso la Fiera del Levante a Bari, uno spazio di co-working unico e stimolante

up1

 

Quale difficoltà hai affrontato e risolto per fare la tua impresa o farla crescere?

Se hai competenze solide, non inflazionate e una visione chiara di cosa offrire a clienti e partner, qualsiasi difficoltà può essere arginata.

Finora possiamo dire di averci visto giusto, le cose stanno andando molto bene. Tuttavia, le difficoltà per chi decide di fare impresa in Italia sono tante, forse troppe allo stato attuale. Il gigantesco movimento creatosi con il boom delle start-up e dell’imprenditoria giovanile deve tutto alla creatività e alle skills di chi come noi avvia un’impresa da zero e senza capitali alle spalle.

Ma credo debba cambiare subito qualcosa. Una start-up non può e non deve essere soggetta al livello di tassazione vigente in Italia, si rischia di chiudere i giochi ancora prima che tutto abbia inizio. E poi in Italia manca serietà un pò a tutti i livelli ma in tal senso servirebbe una “rivoluzione culturale” per cui non è cosa da poco.

Una proposta? Tassazione al 10% per i primi 3 anni di attività. Semplice, dritti al punto.

 

Quali sono le motivazioni alla base del successo?

Non è una formula matematica dall’esito certo, tuttavia se ti svegli la mattina pensando che fai un lavoro che ti piace questo aiuta a dare sempre il meglio. Intendo sia per la tua società che per i clienti che ti affidano i loro progettie spesso anche i loro sogni.

Alla base del buon riscontro che stiamo ottenendo, oltre all’impegno quotidiano, c’è un particolare metodo di approccio al cliente e la fornitura di servizi innovativi di digital marketing.

Rispondi

  • (will not be published)