Cartoonapp l’app che unisce fiabe e apprendimento

Scritto da
Tag: , , , , , ,

Storie, fiabe e favole hanno riempito l’infanzia di tutti: ci hanno fatto divertire, ridere a crepapelle e commuovere e le morali ci hanno dato i primi “insegnamenti di vita”. Cartoonapp, è un’idea di tre giovani milanesi e collega l’innovazione alla tradizione di imparare attraverso le fiabe, è uno dei 15 progetti vincitori del bando Culturability e ci raccontano la loro storia

Da cosa è partita la vostra idea?

L’idea parte da un desiderio pregresso legato alla riscoperta ed al rilancio delle fiabe e delle favole come strumento d’intrattenimento ma anche di formazione per i bambini. Abbiamo anche valutato come spesso i genitori utilizzino smartphone o tablet per offrire svago ai loro figli ma analizzando il mercato italiano delle APP abbiamo riscontrato l’assenza di prodotti legati appunto alle storie.

Crediamo che il fascino di una fiaba od una favola colpisca sempre il bambino al di là di un’attitudine sempre più spinta alla tecnologia.

Partendo da queste considerazioni di base ed anche tenendo conto dell’attuale situazione economica abbiamo ideato un progetto dedicato all’infanzia che possa aiutare i genitori ad offrire ai propri figli un’intrattenimento, più “intelligente” di un semplice video gioco scaricato sul cellulare, con un costo ridotto.

Come avete vissuto il periodo di selezione e di formazione di Culturability e come è cambiato via via il vostro progetto?

Siamo ancora praticamente all’inizio di questa fase. Abbiamo effettuato un incontro propedeutico molto utile per comprendere il meccanismo del mondo delle cooperative a noi sconosciuto. Inoltre la possibilità di lavorare sul progetto attraverso schemi pre-ordinati che ci hanno “obbligato” ad effettuare analisi e ricerche, strutturare un business plan coerente, oltre che ad approfondire la nostra idea di base, è sicuramente stato di grande aiuto nell’evolversi del nostro progetto.

Abbiamo già iniziato ad ipotizzare alcuni prodotti aggiuntivi che saranno man mano sviluppati come racconti interattivi che avranno l’obiettivo di aiutare i bambini nello sviluppo del linguaggio e nell’apprendimento di alcune discipline scolastiche.

Cartoon app logo

Il vostro percorso il Culturability si è concluso e finalmente spiccate il volo nella realtà di tutti i giorni. Come volete proseguire ora? Cosa vedete nel vostro futuro nel breve periodo?

In prima battuta dobbiamo superare gli ostacoli burocratici ed amministrativi per strutturare al meglio la nostra cooperativa, da lì in poi passeremo la palla alla nostra creatività per sviluppare le nostre storie.

Ovviamente la prima fase sarà dedicata al farci conoscere sia da parte dei genitori e dei bambini ma anche alle aziende che possono trovare nel nostro progetto qualcosa in cui credere e quindi fornirci sostegno dal punto di vista economico.

 

Per quale motivo credete che la vostra idea, che si è trasformata ed è diventata un vero e proprio progetto concreto, potrà essere una risorsa per il vostro territorio di riferimento?

Perché siamo cresciuti nutriti da fiabe e favole che sono state importanti nel nostro processo di crescita e riteniamo che anche i bambini oggi debbano avere quest’opportunità.

La prima idea che vi viene in mente per cambiare il Paese; in particolare in riferimento alla situazione dei giovani che si mettono in gioco come voi?

Avere il coraggio di essere responsabili della propria vita e della propria serenità assumendosi le conseguenze delle proprie scelte e delle proprie azioni. Solo una comunità di persone responsabili può realmente cambiare altrimenti il risultato è un Paese con sparuti gruppi di Don Chisciotte a caccia di mulini a vento.

Rispondi

  • (will not be published)