Video Systems: la video sorveglianza d’eccellenza italiana conquista gli Stati Uniti

Scritto da
Tag: , , , , , ,

Video Systems è nata da mio padre, era il 1993 e io frequentavo ancora l’ultimo anno dell’istituto tecnico ci racconta Alessandro, attuale presidente della società.

 

Fino al 2000 è rimasta una piccola azienda artigianale, poi, via via abbiamo iniziato ad assumere dipendenti e nel 2004 è stato il mio turno di prendere in mando le redini e mettermi in gioco. Non avevo esperienza nell’ambito della conduzione aziendale ma ho avuto la fortuna di interfacciarmi con dipendenti e clienti che, oltre a darmi fiducia proseguendo la loro avventura lavorativa al mio fianco, si sono resi disponibili ad insegnarmi la pratica, i particolari e le caratteristiche della produzione in modo da poterla conoscere a fondo ed essere assolutamente consapevole di tutti i passaggi, le lavorazioni, la filiera.

L’azienda cresce pian piano sotto la guida di Alessandro che adotta una strategia di innovazione e rinnovamento: punta sui giovani assumendo neolaureati anche senza esperienza e reinveste gli utili per ampliare l’offerta:

“Innanzitutto la produzione passa da apparecchiature avanzate nel settore della stampa fotografica per poi iniziare ad applicare il know-how acquisito nel campo dell’immagine allo sviluppo di sensori per il controllo di processo in diversi settori industriali. A poco a poco ci approcciamo anche ad un investimento particolare sul design che viene sin da subito apprezzato e valorizzato all’esterno. Dal 2008 poi, iniziamo ad ampliarci anche geograficamente grazie all’esportazione diretta nel mondo avviamo l’internazionalizzazione della nostra azienda.”

Video Systems è quella che si dice un’azienda che si è fatta le ossa: Alessandro e i suoi collaboratori hanno saputo lavorare sodo e ottenere ottimi risultati mediante sole loro forze e capacità tecniche. Ma devono continuamente trovare nuove sfide in cui cimentarsi per essere all’altezza del mercato e, anzi, anticiparne le tendenze.

“Dal 2010 abbiamo dato avvio ad un nuovo brand, Parson: si tratta di un progetto per ideare nuovi dispositivi multisensoriali vs3continuando a puntare sul design. La prima linea che è stata creata si intitola Animals: una reinterpretazione per le telecamere di video sorveglianza con l’obiettivo di mettere al primo posto ecosostenibilità e design. La giovane designer che si è occupata del progetto si era prefissata di portare la natura in città senza scendere nel mimetismo dei dispositivi è riuscita a realizzare dei prodotti divertenti e innovativi che l’hanno portata ad essere premiata tra i Top Young Industrial Designers, riconoscimento dedicato alle eccellenze del design industriale italiano e promuove a livello internazionale la creatività e l’innovazione del nostro Paese.

La collezione è stata presentata nella Silicon Valley lo scorso giugno con Confartigianato; poi a settembre abbiamo partecipato ad un evento a New York organizzato per l’anno della cultura italiana negli Stati Uniti.”

vs2

Una storia di eccellenza, gusto e capacità quella di questa azienda, ma qual è il punto focale che vi fa essere diversi dagli altri e dona un valore aggiunto al vostro prodotto?

“Senza dubbio sappiamo da dove veniamo: abbiamo raggiunto grandissimi risultati valicando i confini del Paese per farci conoscere, ma abbiamo sempre ben presente il fatto che ci siamo fatti da soli, inizialmente ci hanno aiutato i contribuiti della Regione Friuli Venezia Giulia, poi un grandissimo sostegno ci è arrivato da Confartigianato; infine siamo ricorsi a dei prestiti bancari ma fortunatamente anche in questo caso abbiamo potuto notare che le cose stanno lentamente mutando e l’immateriale sta iniziando ad acquisire anch’esso valore.

I competitors sono tanti, soprattutto per il fatto che ci interfacciamo con il mercato mondiale, ma riusciamo a ritagliarci delle vere e proprie nicchie di settore grazie in particolare alla personalizzazione che facciamo del prodotto.

Il nostro è principalmente un business B2B ma vogliamo avvicinarci ad un B2C per questo è utile puntare sempre più sul reinvestimento in sviluppo e ricerca e, contemporaneamente, comunicare costantemente verso gli stakeholders. In questo senso anche il nostro impegno per ottenere le varie certificazioni di eccellenza: ISO9001 sulla gestione della qualità, SA8000 in ambito di responsabilità sociale d’impresa, ISO27001, sulla gestione e la sicurezza delle informazioni e dei dati aziendali: veri e propri traguardi per la nostra azienda.”

 

Si ringrazia Confartigianato Imprese Giovani Imprenditori, per aver fornito le informazioni utili alla redazione di questa storia di giovani imprenditori di successo.

 

Una risposta a “Video Systems: la video sorveglianza d’eccellenza italiana conquista gli Stati Uniti”

  1. Alessandro Liani on

    Voglio ringraziare tutti i miei collaboratori per i successi che stiamo ottenendo che in questo 2013 appena trascorso ci ha visti in particolare protagonisti negli Stati Uniti. Ci tengo anche a ringraziare Eleonora Trevisanutto la nostra designer che ha creato la linea Animals, lei è la vincitrice del Top Young Industrial Designers a New York e la ringraziamo ancora per il fantastico progetto che è nato da uno spunto dato come tema ai ragazzi dello IAAD di Torino: pensare ad un differente punto di vista sul mondo degli oggetti intelligenti. A different point of view rappresenta il DNA del nostro nuovo brand Parson che siamo sicuri ci darà nuove soddisfazioni nei prossimi anni. Orgogliosi di essere artigiani auguriamo un buon 2014 a tutte le imprese ed i lavoratori italiani.

    Rispondi

Rispondi

  • (will not be published)