Bircle: l’app con le guide turistiche per disabili motori

Scritto da
Tag: , , , , , , , ,

Abbiamo incontrato Daniela durante Il Salone della CSR e dell’Innovazione sociale di Milano ad inizio ottobre. Eravamo nello spazio curato da Avanzi Make a Cube dove giovani innovatori d’impresa, spinoff e startup hanno raccontato la loro esperienza e presentato i loro progetti.Da questa scintilla, nasce il racconto di Daniela su Bircle, la startup di cui è co-founder, attraverso il format “Racconta la tua impresa”.

Bircle è una start up di innovazione sociale che si pone l’obiettivo di rendere il viaggio un’esperienza serena per tutti i disabili motori
Si tratta di un’applicazione mobile e web attraverso la quale il disabile motorio, accompagnato e non, avrà a disposizione guide turistiche tematiche o legate a specifiche aree geografiche, dove ogni aspetto dell’accessibilità è declinato con elevato livello di qualità e dettaglio. La redazione delle guide è affidata sia ad esperti (disability manager, associazioni), sia ai singoli utenti, che potranno accreditarsi per creare, condividere e vendere i propri itinerari all’interno di Bircle. Bircle sottoporrà poi ciascuna guida ad un controllo qualitativo, affinché venga garantita l’accuratezza dell’informazione e la qualità dell’esperienza utente.

Bircle è stato scelto, tra gli altri, per Changemakers for Expo 2015 di Expo, Telecom ed Avanzi, K-Idea Giovane di Kilometrorosso, Touriscamp 2013 e Off-Officine Formative di Intesa SanPaolo.

bircle2Quale difficoltà hai affrontato e risolto per fare la tua impresa o farla crescere?

Bircle è un start up di innovazione sociale che offre alle persone con disabilità motoria e ai loro accompagnatori la possibilità di acquistare, vendere, creare e condividere guide turistiche accessibili.
Come tutte le imprese che stanno nascendo, Bircle necessita della spinta e della forza delle persone che credono nel progetto: il team è stato quindi un punto di forza di Bircle, che lo sta aiutando a crescere.
Uno dei primi problemi da affrontare è stata una definizione chiara e molto precisa del business model: la partecipazione a programmi di incubazione e accelerazione come Off di Intesa SanPaolo e Changemakers for Expo 2015 ci ha aiutato molto, e ci ha permesso di incontrare persone che come noi credono in Bircle e nelle sue potenzialità.
In questo contesto, anche il confronto con altre imprese nascenti e start up è stato utile e ha portato a trovare soluzioni comuni a problemi condivisi.

Quali sono le motivazioni alla base del successo?

I driver del successo di Bircle sono 4:
Contenuto sociale: Bircle vuole permettere a tutti di viaggiare serenamente.
Abbattimento delle barriere architettoniche: Bircle promuove il turismo accessibile, e quindi l’abbattimento delle barriere architettoniche.
Ricadute economiche: Bircle permette la conoscenza di località meno conosciute; inoltre, un incremento dei viaggiatori genera benefici per l’intero settore turistico.
Innovatività: Bircle genera e diffonde contenuti in modo unico e innovativo.

4 Responses a “Bircle: l’app con le guide turistiche per disabili motori”

Rispondi

  • (will not be published)