Il rapporto di interscambio è alla base di Puntodock

Scritto da
Tag: , , ,

Puntodok“Siamo un gruppo di giovani: sei under 30 e un under 40”. Puntodock nasce nel novembre 2010, ed è una società cooperativa che si occupa di sviluppo locale attraverso l’utilizzo di strumenti e tecniche partecipative. Il gruppo si è formato durante un Master in Progettazione Europea e Management del no-profit quando Cristiana, Carmelo, Aline, Yuri, Tommaso, Alice e Francesco hanno deciso di condividere le loro competenze personali e professionali per aprirsi all’innovazione.

La cooperativa fornisce consulenze sull’utilizzo di strumenti e tecniche partecipative, occupandosi in particolare di gestione di processi partecipativi, pianificazione strategica per organizzazioni e gruppi, progettazione europea, formazione ed eventi in tema di sostenibilità e partecipazione.

A sentirli, anche la scelta del luogo dell’azienda nasce a seguito di un attento studio.

”Prima di inserirci nel complesso mondo dei servizi ci siamo concentrati su un’analisi di mercato per individuare il territorio più adatto a sviluppare il nostro progetto produttivamente. La nostra scelta è stata Ancona, città ancora pressoché nuova a questo genere di proposta, quindi priva di potenziali competitor ma, al contempo, un mercato totalmente da costruire.

Servizi e reti: Puntodock è quel genere di imprese che si basa molto sulle relazioni e sulla capacità di generare valore attraverso scambi e reciprocità.

“Vista la tipologia di servizi offerti non c’era bisogno di un grande capitale iniziale per cui abbiamo iniziato autofinanziandoci e sviluppando i nostri canali online in modo da limitare i costi di gestione e comunicazione.
In un primo periodo di accreditamento l’ostacolo principale è stato quello di “creare” il mercato a cui fornire i nostri servizi ma siamo riusciti a costituirlo facendo perno su alcune reti di movimento cooperativo ed economia sostenibile a noi vicine.
Così facendo abbiamo allargato via via la rete dei nostri contatti con l’obiettivo di arricchire la nostra offerta di servizi ben riconoscibili e quindi vendibili su base di mercato”.

Ma quali possono essere i punti di forza per essere competiviti attraverso un modello relazionale nuovo?

“Uno dei tratti fondamentali della nostra azienda è, sempre e comunque, il porsi in rapporto di interscambio con i soggetti a cui ci proponiamo; Pubbliche Amministrazioni, Aziende o Associazioni no-profit che siano.
Cerchiamo un dialogo in senso ampio, inteso quindi non solo a livello di comunicazione online ma anche come partecipazione attiva off line, inserendoci in reti locali e creando partnership per lo sviluppo del territorio e del mondo dei processi partecipativi”.

Si ringrazia CONFCOOPERATIVE  che ha fornito le informazioni utili a scrivere la storia del caso aziendale.

3 Responses a “Il rapporto di interscambio è alla base di Puntodock”

Rispondi

  • (will not be published)